29 09 2011
testi a cura Tullio Bugari  – foto di Giacomo Scattolini – editing: Božica Seršić

Euro 13,00 – acquistalo ora con     oppure contatta giacomoscattolini@libero.it

 

Edizioni: Infinito Edizioni – ISBN: 978-88-97016-20-5

Avevamo già scattato fotografie prima e durante la guerra, affiancando poi le foto del “prima” e del “dopo” per mostrarle a chi non conosceva quei paesi, e alla fine della guerra avevamo raccolto storie di profughi che raccontavano quelle vicende con le loro parole.

Oggi, a circa venti anni dall’inizio della guerra, abbiamo voluto ripetere lo stesso gioco, “il prima e il dopo”, dove il prima è diventato la guerra e il dopo è il presente di oggi, anch’esso da decodificare. Siamo tornati a Mostar e Sarajevo per cercare le stesse inquadrature delle foto scattate nel ’94, per non dimenticarle, e ritrovarle oggi, cercarvi i segni del passato ma anche quelli del cambiamento. E poi abbiamo chiesto ad alcuni amici, questa volta tutti italiani:

  • Mario Boccia
  • Ennio Remondino
  • Alessandro Gori
  • Luca Rastello
  • Roberta Biagiarelli
  • Silvia Maraone
  •  Paolo Rumiz
  • Massimo Cirri (prefazione)
  • Agostino Zanotti (introduzione)

 che con il loro coinvolgimento hanno avuto modo di sviluppare uno sguardo “fino” su quelle vicende, di conversare con noi, per raccontare questa volta le “nostre” percezioni. Per capire almeno un po’ che cosa tutti insieme abbiamo tratto da quell’esperienza, e che cosa ancora dovremmo trarne, affinché non sia stata invano.

Sono nate così sette riflessioni, aperte, ricche di spunti, a volte critiche o autocritiche, sguardi retrospettivi e al tempo stesso attenti all’attualità. Abbiamo scelto di pubblicarle non con la forma dell’intervista ma come racconti in prima persona, perché alla fine, più che esserne i curatori o gli intervistatori siamo stati semplicemente il tramite di un lavoro di fatto collettivo, a più voci e più sguardi.

Annunci